Home Tech

E’ nata Smartify, l’app che riconosce e spiega le opere d’arte

107
smartify
smartify

Nel pieno dell’epoca della musica “liquida”, veicolata da Spotify in prima linea e poi dai vari Deezer, ITunes e le stesse piattaforme YouTube e Wevo, non si era ancora pensato a rendere più fruibile il concetto di arte, oltre lo spazio mussale o la mostra dedicata.

Da queste esigenze, è nata Smartify; una nuova piattaforma digitale in grado di essere la propria audio-guida personalizzata, nonché il tramite tra opera d’arte e fruitore della stessa. Si tratta in realtà di un’applicazione sviluppata da MOBGEN, che è la sezione dell’azienda Accenture Interactive, ed è stata pensata e sviluppata per aiutare i visitatori dei musei a conoscere e approfondire le informazioni generali sull‘opera d’arte in esposizione.

L’app è in grado di riconoscere velocemente le opere d’arte e spiegarne la storia, semplicemente inquadrando il quadro o la scultura mediante il proprio smartphone.

Un altro aspetto è l’interattività globale che tale applicazione può avere con qualsiasi supporto; Smartify è in grado di riconoscere l’opera, anche da un’ immagine su un libro o da un sito web.

Un altro passo avanti nell’evoluzione della realtà aumentata, servizio di una maggiore comprensione dell’uomo con i linguaggi dell’arte. Non a caso il progetto ha ottenuto il premio GLOMO, al Mobile World Congress 2018 di Barcelona.

Scaricabile in modo assolutamente gratuito, sia per IPhone che Android, Smartify integra anche diverse modalità di condivisione ed archiviazione delle opere inquadrate all’offerta di varie guide dedicate ai più grandi musei del mondo; tra essi abbiamo la National Gallery di Londra, il Rijksmuseum di Amsterdam e il MOMA di New York.

Ron Vrijmoet, direttore di MOBGEN, ha dichiarato: “Smartify trasforma un’opera d’arte in un’esperienza ancora più coinvolgente“, Attraverso questo sistema è possibile “condividere” un modello alternativo dello stesso utilizzo dello smartphone, che come dice la co-fondatrice del progetto Anna Lowe; “può diventare uno strumento utile, piuttosto che distrazione“.

Smartify unisce in una sola applicazione le potenzialità di Spotify, Shazam e YouTube ed è facilmente sperimentale già da casa. In questo modo essa potrebbe stimolare un’altra sana abitudine in disuso: aprire un libro.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here