Home Salute

Stanchezza cronica e anomalie cerebrali

949

La sindrome da stanchezza cronica, detta anche sindrome da fatica cronica, sarebbe provocata da alcune anomalie presenti nel cervello delle persone che ne sono affette. Questo è quanto sostiene un gruppo di ricercatori che lavorano per la Standford University School of Medicine, autori di uno studio pubblicato sulle pagine della rivista scientifica Radiology.

Utilizzando alcuni sofisticati metodi di analisi cerebrale, gli scienziati sono riusciti a individuare, all’interno del cervello dei pazienti affetti da stanchezza cronica, alcune caratteristiche che potrebbero essere connesse all’insorgenza della patologia. In particolare, il cervello delle persone che soffrono di fatica cronica presenterebbe tre anomalie cerebrali specifiche: uno strato di materia grigia più spesso nel lobo temporale e nel lobo frontale, una minore quantità di materia bianca e una variazione nel tratto nervoso che collega il lobo frontale con quello temporale.

I risultati di questo studio sono molto importanti per la definizione delle cause della sindrome da stanchezza cronica, una malattia molto diffusa e fortemente invalidante, di cui ancora, purtroppo, si conosce poco e per la quale non è stata ancora trovata una cura efficace. Tra i sintomi principali della sindrome da stanchezza cronica, che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha inserito all’interno delle malattie del sistema nervoso, ricordiamo l’ astenia, disturbi della memoria, dolori muscolari ed articolari, costante affaticamento fisico e cefalea. A causa del perenne stato di malessere fisico in cui si trovano, le persone affette da tale sindrome hanno difficoltà a condurre una vita regolare e, per questa ragione, possono essere a rischio di depressione.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here