Home Cinema

Stanley Kubrick: ritrovata una sceneggiatura considerata perduta

82

Stanley Kubrick; probabilmente il regista più poliedrico e istrionico della storia del cinema, continua a dare sempre punti di riflessione e indizi validi alla scoperta della sua prolifica genialità. Il cineasta americano, naturalizzato inglese che ha spalancato le frontiere dell’immaginario e della comunicazione, con 2001 Odissea nello Spazio e Arancia Meccanica, è riuscito a imporre uno sguardo all’avanguardia sulla potenza evocativa della storia e dell’immaginazione, ponendosi in molti casi un precursore di nuovi e antichi linguaggi. Come se non bastasse la particolarità con cui s’impose nel mondo della celluloide con Rapina a mano armata, Kubrick è stato probabilmente il capostipite dei film di guerra. Da Orizzonti di Gloria a Spartacus fino a Full Metal Jacket, il regista è riuscito a raccontare e  individuare la natura intrinseca della guerra, del guerriero e della psicologia di ogni singolo personaggio, protagonista o antagonista che sia, mettendo in risalto la “spettacolarità” anche sarcastica della follia omicida, individuale o pilotata che sia.

Ora il genio di Kubrick potrebbe tornare a rivivere, anche fuori dal linguaggio dei tanti registi che hanno assorbito il suo linguaggio, con un’opera che risorge dall’obblio di un cassetto impolverato per troppi anni.

Si chiama “Burning Secret” ed è la sceneggiatura di un film che non è mai esistito. A fare la sensazionale scoperta, Nathan Adams, professore di cinema alla Bangor University, che è riuscito a reperire lo script considerato perduto circa 60 anni fa, e che potrebbe adesso essere sviluppato per la realizzazione di un film.

Ispirata al romanzo del 1913 dello scrittore viennese Stefan Zweig, Burning Secret, fu riadattata quasi completamente da Kubrick con il romanziere Calder Willingham, per concentrarsi sulla storia di adulterio e passione ambientata in uno stabilimento termale, dove un uomo carismatico e scaltro si servirà dell’amicizia con un ragazzino di 10 anni, per sedurre la madre del bambino. La sceneggiatura risale al 1956 ed è parallelo allo storico Orizzonti di Gloria, che uscì l’anno successivo.

“Non potevo crederci, ha affermato il prof. Adams. Gli studiosi vicini a Kubrick sanno che voleva farlo, ma nessuno ha mai pensato che fosse così vicina al completamento. Ora ne abbiamo una copia e questo dimostra che aveva fatto una sceneggiatura quasi completa”.

Si narra che fu la stessa MGM a cancellare il progetto commissionato, dal momento che Kubrick era impegnato con il celebre capostipite dei film di guerra, interpretato da Kirk Douglas,  mettendolo però in violazione contrattuale con la major. Ma altre voci sostengono che la MGM avesse dichiarato al produttore James K Harris, nonché partner di Kubrick, di non riuscire a vedere il potenziale della sceneggiatura.

Sicuramente “la trama dell’adultero” che coinvolge un bambino, sarebbe stata considerata troppo “eccessiva” dal codice di produzione hollywoodiano: un codice che però anni dopo avrebbe dovuto scontrarsi con il provocatorio “Lolita“; adattamento di Kubrick della controversa storia di amore e lussuria narrata da Vladimir Nabokov.

 

 

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here