Home Serie Tv

The Walking Dead S04E09

717

The Walking Dead 4×09

IN ORIGINALE: After, 10-2-2014 su AMC

IN ITALIANO: Smarriti, 11-2-2014 su Fox

REGIA: Greg Nicotero

SCENEGGIATURA: Robert Kirkman

Sinossi della puntata:

La prigione è in fiamme. La osserviamo dall’alto, invasa dagli erranti. A terra, il Governatore giace senza vita. Michonne si muove in solitudine fra gli erranti in cerca di qualcosa che troverà dopo pochi istanti. La testa del povero Herschel giace a terra, il risveglio è già avvenuto. Michonne utilizza la propria katana per dargli il giusto riposo.

A quel punto attrae due erranti verso le recinzioni e lì ne fa i propri schiavi: toglie loro arti superiori e mascella, li lega e li porta con sé, proprio come accadeva ai tempi della sua prima apparizione.

Scopriamo in un flashback la storia di Michonne: la donna aveva un figlio e un compagno. Adesso non ha più nessuno.

Rick e Carl si muovono lungo una strada che li porta lontani dalla prigione. Rick è ferito, cammina a rilento e soffre. Carl sembra incurante di questa situazione e prosegue nella sua marcia, rivolgendo al padre poche attenzioni. I due entrano in un edificio e prendono delle provviste. Lì, osserviamo un Carl che prova risentimento nei confronti del padre e che mette in discussione i suoi stessi ordini. La situazione si ripete quando i due si spostano per andare in cerca di un rifugio. Sfinito, Rick si addormenta su un divano e non sembra in grado di rimettersi in piedi. Quando al mattino due erranti prendono d’assalto la porta dell’abitazione, Carl li attira lontano e li uccide, seppur rischiando la vita. Tornato sui suoi passi, racconta l’impresa al padre, ancora incosciente, e lo accusa di essere il responsabile di quanto successo. A suo dire, doveva essere lui a difendere Hershel, Judit, Lory e il resto del gruppo di cui era il leader. Durante lo sfogo, afferma di sapersela cavare da solo e di non aver bisogno di nessuno.

Lascia nuovamente la casa e si allontana, andando da solo in cerca di provviste noncurante dei consigli del padre. Uno di questi riguardava i proiettili da non sprecare in alcun modo perché preziosi. Dopo un paio di colpi a vuoto, il ragazzo si trova davanti ad un errante e senza un colpo in canna. In un modo o nell’altro riesce a cavarsela chiudendo l’errante all’interno di una stanza. Raccolte le provviste, Carl torna dal padre e lo trova ancora addormentato.

Si siede ai suoi piedi e si addormenta. Nella notte, però, sente un lamento e inizia a temere che stia succedendo a Rick quello che succede a chi muore. Arrancando verso una parete, prende la pistola e tenta di prendere la mira, ripensando allo sfogo del giorno precedente. In lacrime, afferma di non essere ancora pronto e di aver bisogno di qualcuno che lo difenda. Un attimo dopo, sente pronunciare il proprio nome e capisce che Rick è ancora vivo. Anche se sofferente, Rick continua a chiedere al figlio di non uscire di casa.

Michonne, intanto, vaga per i boschi come in trance. Con due erranti al guinzaglio, si muove circondata da una “mandria” di erranti, una dei quali le somiglia al punto da essere quasi un presagio della sorte che la attende. Ripresasi dal torpore, estrae la katana e partendo da colei che le somiglia elimina tutti gli erranti, uno dopo l’altro. Allontanandosi, ripercorre i luoghi percorsi da Rick e Carl sino a quando se li ritrova davanti, con a separarli una semplice finestra.

Il promo della prossima puntata:

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here