Home Attualità

Tunisia, l’Isis attacca il museo a Tunisi

1748

Giornata di paura a Tunisi, dove dei terroristi si sono barricati all’interno del Museo del Bardo, con decine di ostaggi. I terroristi, membri dell’Isis, hanno prima tentato di entrare nel Parlamento, per poi dirigersi verso il famoso museo, che ospitava in quel momento qualche centinaio di persone.

I terroristi sono entrati nell’edifico sparando contro chiunque capitasse a tiro, mentre fuori le squadre speciali circondavano la zona. Da qunto si apprende, gli uomini sono due o tre, indossano delle uniformi militari e sono armati con dei fucili Ak-47. La Farnesina ha confermato che nelle ultime ore è arrivato a Tunisi circa un centinaio di italiani, e si ha ora la conferma che due italiani sono stati presi in ostaggio, e a quanto pare sono stati uccisi durante l’attentato. Altri due cittadii italiani, proveniente da Torino, hanno affermato che stanno bene, ma ancora non conoscono la sorte degli altri connazionali che erano con loro.

Alle ore 15, ora italiana, la Polizia tunisina ha confermato che i due attentatori sono stati uccisi in un blitz. Al Jazeera inoltre conferma tramite il social network Twitter che i due italiani presenti sono rimasti uccisi durante la sparatoria. Secondo il premier, che pochi minuti fa ha aggiornato il mondo su quanto avvenuto, ha affermato che i morti sono in tutto diciannove, diciassette dei quali sono turisti.

Le prime immagini, antecedenti l’avvio del blitz, mostravano le forze di sicurezza che portavano in salvo i primi ostaggi riusciti a rifugiarsi dalla sparatoria. Anche i turisti italiani presenti sono stati portati immediatamente al sicuro. Questi, erano arrivati in Tunisia con la Nave Costa Fascinosa, attraccata al porto della città tunisina, scelta dallo Stato Islamico come ultimo obiettivo della loro guerra.

Dopo l’inizio dell’attacco, l’Isis ha confermato la presenza del loro movimento dietro l’accaduto.

di Alessandro Bovo