Home Cronaca

Brianza, uccide i genitori con un portavaso e chiama il 112

86

Ha ucciso i due anziani genitori, colpendoli alla testa con un pesante portavaso in vetro, e poi ha chiamato il 112 per confessare il duplice omicidio. E’ successo a Veduggio, piccolo paese in provincia di Monza e Brianza, dove ieri sera Giuseppe La Mendola, un uomo di 41 anni, ha brutalmente assassinato il padre Vincenzo, di 75 anni, e la madre Angelina Incannella, di 79 anni. La violenza è esplosa nell’appartamento che i tre condividevano, situato al primo piano di una modesta palazzina.

All’arrivo dei carabinieri, l’uomo, che si trovava in evidente stato confusionale, si è lasciato ammanettare senza opporre resistenza. La Mendola era da diverso tempo in cura presso il Centro Psicosociale di Carate Brianza (MB) per uscire da uno stato di profonda depressione nel quale era caduto da circa tre anni. Dopo aver perso il lavoro proprio a causa di questo suo problema, era diventato dipendente dal gioco e spendeva molti soldi tentando la fortuna alle macchinette dei bar.

Questo suo vizio lo portava spesso a scontrarsi con i genitori e gli inquirenti pensano che il duplice omicidio sia stato commesso all’apice dell’ennesimo litigio scoppiato tra le mura domestiche. Al momento, il 41enne si trova ricoverato in un reparto di psichiatria mentre i carabinieri del Nucleo Rilievi stanno effettuando le indagini nell’abitazione di Veduggio per stabilire la dinamica esatta della tragedia.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here