Home Serie Tv

The Walking Dead – S04E08

672

The Walking Dead 4×08
IN ORIGINALE: Too Far Gone, 1-12-2013 su AMC
IN ITALIANO: Indietro non si torna, 2-12-2013 su Fox
REGIA: Ernest Dickerson
SCENEGGIATURA: Seth Hoffman

La sinossi che segue è relativa all’episodio in lingua originale, trasmesso il 1-12 sul canale statunitense AMC. Sono presenti spoiler.

Sinossi della puntata:

“Indietro non si torna” si apre con il Governatore, Philip Blake, intento ad arringare i membri del suo nuovo gruppo. Blake offre loro un’alternativa: un nuovo posto in cui vivere, circondato da mura e recinzioni, un posto sicuro.

Come ogni altro luogo, però, anche quello che ha in mente è occupato. Non si tratta di erranti, ma di quelli che descrive come coloro che hanno causato la caduta di Woodbury, la città in cui viveva con Martinez prima che le loro strade si separassero.

Nonostante i dubbi della sua gente, Blake riesce a convincerli. Il piano è di andare alla prigione, dove vivono Rick e gli altri, e convincerli ad abbandonarla. A tal fine, saranno utili i due ostaggi che è riuscito a catturare: si tratta di Herschel e Michonne.

L’anziano veterinario e la donna vengono tenuti all’interno di una roulotte. Blake ed Herschel parlano per qualche minuto, con quest’ultimo che cerca di convincerlo a rinunciare ai propri propositi. A suo dire, la prigione è abbastanza grande per tutti: le due comunità possono vivere insieme e coesistere. Il vecchio si appella alla paternità del Governatore, chiedendo di non fare alle sue figlie nulla che non farebbe alla propria. Nonostante alcuni apparenti segni di redenzione, il Governatore rifiuta la proposta. Non c’è margine per la convivenza.

Blake incontra anche Lily, la donna di cui afferma di essersi innamorato. Lei cerca di convincerlo a rinunciare ai suoi propositi di attacco. Blake le ricorda allora la promessa che le aveva fatto: come le aveva detto, ha solo intenzione di condurla in un posto sicuro. Tutto ciò che afferma di volere è un luogo in cui lei e Megan, la figlia della donna, possano vivere in pace, senza il rischio di essere assaltati dagli erranti. Dopo aver abbracciato la piccola Megan, il gruppo si prepara a marciare.

Alla prigione, intanto, nessuno nota l’assenza di Michonne ed Herschel. Rick racconta a Daryl della sua decisione di allontanare Carol, poi si recano entrambi da Tyreese. Prima che quest’ultimo sappia chi ha ucciso Karen, un’esplosione attira la loro attenzione.

Accorsi a sincerarsi di cosa sia stato, Rick e Daryl osservano l’imponente sagoma di un carrarmato. Quando scorgono la figura di Philip Blake, capiscono che le cose si mettono male.

Daryl prende in mano la situazione, offrendosi di organizzare le difese e facilitare l’eventuale fuga dalla prigione. Rick, dal canto suo, risponde alla chiamata del Governatore.

Come era già accaduto nella terza stagione, Blake e Rick si trovano nuovamente faccia a faccia, a separarli solo una recinzione.

Blake lo rende partecipe delle sue condizioni: vuole la prigione, in cambio il gruppo di Rick avrà salva la vita. Quando Rick afferma di non essere più il capo e di non poter decidere, Blake chiede a chi si debba rivolgere: ad Herschel? A Michonne? A quel punto, li fa condurre al suo cospetto, costringendoli ad inginocchiarsi davanti a lui.

Rick offre lui un’alternativa, la stessa che aveva già proposto Herschel: convivere, occupando blocchi della prigione separati. A riprova della sua intenzione, afferma di aver accolto tutti i fuggiaschi di Woodbury, alcuni dei quali ricoprono ruoli di comando.

Blake in un primo momento sembra arrendersi. Come lui stesso sa, da una guerra perderebbero entrambi: lui ha un carrarmato, ma la prigione gli serve tutta intera. Poi, però, cala la Katana di Michonne sulla gola del povero Herschel, sgozzandolo e dando ordine ai suoi di aprire il fuoco.

Nella confusione, Michonne scivola via, mentre il Governatore si accanisce sul povero Herschel, finendolo brutalmente.

Scoppia il conflitto e il carrarmato, guidato da Mitch, sfonda la recinzione garantendo una via d’attacco all’esercito di Blake. Mentre ciò accade, Blake nota una donna in avvicinamento. Si tratta di Lily, che aveva lasciato con Megan in un posto che riteneva sicuro. La bambina è stata aggredita da un errante e il suo corpo esanime giace in braccio alla madre.

Il Governatore, che aveva giurato di proteggerle e di dar vita all’attacco solo e soltanto per loro, accoglie la notizia con indifferenza. Prende il cadavere della piccola fra le braccia e le spara in testa, evitandone il “risveglio”. Il tutto, senza nessun evidente coinvolgimento emotivo.

All’interno della prigione Carl, Sasha, Tyreese e Bob provano a rispondere all’assalto, mentre Daryl cerca di aggirare le linee nemiche e Rick è costretto a ripiegare. Maggie va invece in soccorso di Glenn, ancora in convalescenza. Riesce a raggiungerlo e a portarlo fuori. Il gruppo aveva un piano di fuga: un piccolo bus, con provviste e armi, era stato preparato per un’evenienza del genere. Maggie porta Glenn sull’autobus e poi corre via, in cerca di Beth.

Anche la piccola Lizzie e la sorella, memori delle lezioni di Carol, prendono le armi e contrastano l’avanzata degli uomini del Governatore, salvando la vita di Tyreese e uccidendo a sangue freddo una donna.

Il bus per la fuga intanto parte, lasciandosi dietro Maggie, Tyreese, le bambine, Rick e gli altri. Il gruppo si separa.

Rick e Blake si trovano di nuovo l’uno di fronte all’altro e ha inizio una colluttazione. Il Governatore sembra avere la meglio, colpendolo più volte, ma viene interrotto da Michonne: la donna, recuperata la propria arma, trafigge Blake, lasciandolo agonizzante, e soccorre Rick.

Blake cerca di allontanarsi ma, ai suoi occhi, si palesa nuovamente Lily: la donna lo osserva con disgusto prima di puntargli la pistola contro e premere il grilletto.

Daryl raggiunge intanto il carrarmato e riesce a metterlo fuori gioco usando una granata. Trovatosi dinnanzi a Mitch, lo uccide.

La prigione è distrutta, il gruppo è diviso. Rick è solo, circondato dagli erranti che si sono radunati sul posto. L’assalto è fallito, ma hanno perso tutti. Disperato, l’uomo trova Carl e si rincuora vedendo che suo figlio sta bene. Quando chiede della figlia più piccola, però, Carl dice di non saperne nulla. Pochi secondi dopo vedono il seggiolone della bambina, vuoto e macchiato di sangue.

È finita. Cercando di contenere la rabbia del figlio, Rick lo trascina via, esortandolo a non guardarsi indietro. “Indietro non si torna”.

La Prossima Puntata:

Era il finale di metà stagione. Il prossimo episodio di The Walking Dead andrà in onda il 9 Febbraio 2014, su Amc. Come di consueto, Fox trasmetterà la puntata il giorno seguente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here