Home Tech

Wikipedia contro Ue: oggi è il giorno del “giudizio”

173

Wikipedia in Italia è a rischio chiusura? Non esattamente!

Una delle notizie più importanti di questi giorni, è quella che riguarda la situazione di Wikipedia. La libera enciclopedia virtuale, la cui fonte è l’interattività e il pubblico sostegno, è stata bloccata ufficialmente dalla comunità italiana: la decisione drammatica è nata in seguito alla decisione del Parlamento europeo che vuole introdurre nuove regolamentazioni e direttive sul copyright, all’interno del Mercato unico digitale.

A molti sarà capitato di andare in questi giorni sulla pagina ufficiale e non trovare nulla, a parte un comunicato ufficiale. La comunità italiana di Wikipedia da sempre avvia campagne di sensibilizzazione volte al sostegno morale e finanziario del sito web, ma questa volta ha deciso di rendere pubblico quello che sta per succedere al Parlamento europeo in merito al diritto d’autore, spiegando il perché le pagine sono state oscurate.

Il comunicato in questione recita quanto segue: “Il 5 luglio 2018 il Parlamento europeo in seduta plenaria deciderà se accelerare l’approvazione della direttiva sul copyright. Tale direttiva, se promulgata, limiterà significativamente la libertà di Internet“

Infatti la diatriba iniziata qualche giorno fa, dovrebbe avere un risvolto proprio oggi, con la riunione plenaria di Strasburgo, durante la quale si voterà il testo che imporrebbe una nuova tassa sui link, illustrata nell’articolo 11. La Link Tax, riguarda l’aggiunta di un’imposta sulle anteprime degli articoli che i social network e i siti d’informazione creano quando pubblicano un link: ovvero un titolo, immagine e un paio di righe di riassunto.

L’articolo in questione, secondo Wikipedia e gli attivisti, vuole imporre un nuovo diritto rivolto agli editori che in questo caso potranno negoziare accordi con portali come Google News, ma anche Facebook e altri, costringendoli a pagare una licenza per pubblicare i link relativi ai loro articoli.

Nel mirino di questa politica vi è anche l’articolo 13, che riguarderebbe la diffusione dei contenuti ancor prima che essi possano essere pubblicati; una sorta di censura preventiva on line e quindi una minaccia alla libertà online e all’accesso alla rete. Una battaglia condotta da Wikipedia verso una proposta che, per quanto piena di lacune, non minaccia in alcun modo la chiusura della famosa enciclopedia virtuale, ma pone una serie di riflessioni su come razionalizzare una volta per tutte, i contenuti veicolati e guidati in quel magico, misterioso e infinito mondo che è il World Wide Web.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here