Home Tech

Rivoluzione su YouTube Premium: audio e video a pagamento e senza pubblicità

128

YouTube è a un punto di svolta. La più grande piattaforma del web dedicata alla promozione e condivisone dei contenuti video, è destinata a cambiare le modalità di gestione dei suoi contenuti, con un’attenzione particolare rivolta alla pubblicità e i video a pagamento. Lo ha annunciato la stessa Google, sul blog ufficiale, parlando di cambiamenti sostanziali che per la piattaforma, a partire proprio da oggi.

Il primo cambiamento si rivolge alla sezione dedicata alla musica; YouTube Music, che sarà divisa in due aree: la prima è una versione gratuita, che sarà finanziata attraverso la pubblicità; la seconda è una versione a pagamento, chiamata YouTube Music Premium,  che al costo 9,99 dollari al mese, permetterà la fruizione più ampia e in qualunque situazione.

YouTube Music predisporrà due nuove versioni; una per il pc e un app per smartphone e  funzionerà in maniera sostanzialmente analoga alle versioni di Spotify e Apple Music, con in più l’aggiunta di una funzione rivolta ai suggerimenti per l’ascolto, predisposte in base alle abitudini o alla posizione dell’utente.

Analogamente alla versione a pagamento di Spotify, anche YouTube Music Premium, garantirà la possibilità di ascoltare e scaricare i brani musicali anche in background e senza connessione.

Anche Google Play Music è destinata ad andare in pensione; essa infatti verrà progressivamente eliminata e i suoi utenti saranno gradualmente veicolati verso la nuova piattaforma, ricevendo un abbonamento a YouTube Music Premium.

Novità in arrivo anche per YouTube Red, la piattaforma streaming, che sarà convertita in YouTube Premium e includerà, in un solo pacchetto tutte le offerte e i servizi di YouTube Music Premium, senza gli spot pubblicitari, durante la visualizzazione dei video, la riproduzione in background, la possibilità di download visione offline e l’accesso ai contenuti di YouTube Originals.

Non resta che aspettare di vedere quando questo processo toccherà anche l’Italia, restando connessi alla pagina ufficiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here