Home Anime

Dragon Ball Super, recensione episodio 19: il ritorno di Freezer

75
Dragon Ball Super - Recensione episodio 19: il ritorno di Freezer
Dragon Ball Super - Recensione episodio 19: il ritorno di Freezer

Questo nuovo episodio di Dragon Ball Super inizia con Sorbet, nuovo comandante dell’esercito di Freezer, che discute con i suoi sottoposti delle problematiche riguardanti l’impero spaziale ora da lui diretto. Dopo la morte del tiranno galattico, molti pianeti si sono ribellati all’esercito del pianeta Freezer e pian piano, Sorbet sta perdendo sempre più soldati. Il perfido alieno, per salvare quel che resta del suo dominio, decide di riportare in vita Freezer. Tuttavia, Tagoma, uno dei componenti più forti dell’esercito di Sorbet, ha numerosi dubbi al riguardo. Sorbet, tramite il suo potente computer, viene a sapere dell’esistenza delle sfere del drago terrestri e decide di dirigersi verso il pianeta Blu per poter evocare Shen-Long e chiedergli di riportare in vita il suo generale che, come sappiamo, venne ucciso da Future Trunks nella serie Z.

Dragon Ball Super: Pilaf e gli uomini di Freezer

Sulla Terra, Pilaf, Mai e Sao sono riusciti a radunare le sfere del drago. I loro obiettivi non sono affatto cambiati rispetto al passato: scopo di Pilaf è infatti chiedere al dio drago di diventare il padrone dell’intero pianeta. Proprio sul più bello, quando i tre sono pronti ad evocare Shen-Long, vengono scovati da Sorbet e dai suoi tirapiedi. Inizialmente, Pilaf è riluttante e non intende dare a quegli sconosciuti le sfere radunate dopo tanto lavoro.

Quando però Sorbet lancia un raggio laser, Pilaf (da codardo quale è) decide di accontentare l’alieno e di evocare per lui Shen-Long. Sorbet viene a sapere dal drago che con l’arrivo del nuovo Supremo, ovvero Dende, potrà realizzare non uno, ma ben tre desideri. Tuttavia, nel caso in cui, un desiderio richieda un dispendio di energia elevato, esso varrà per due.

Sorbet non perde tempo e chiede che Freezer venga riportato in vita, ma c’è un problema: quando questi venne ucciso da Trunks, il saiyan lo affettò con la sua spada, dividendolo in numerosi pezzi. In poche parole, il corpo di Freezer è completamente distrutto e pur potendo portare sulla Terra l’anima dannata del changeling, non avrebbe senso resuscitarlo in quelle condizioni fisiche.

Tagoma tuttavia, informa Sorbet dell’avvenuta creazione di un rigeneratore che potrebbe ricomporre il corpo di Freezer. Saputo ciò, Sorbet chiede a Shen-Long di procedere alla resurrezione nonostante tutto. Il drago obbedisce e dal cielo cadono i resti di quello che un tempo era il corpo del terribile tiranno galattico, sconfitto da Goku su Namecc. Anche Sao e Mai riescono comunque a chiedere i loro desideri: il primo chiede al drago un milione di Zeni, mentre la seconda il gelato più buono del mondo.

Contemporaneamente, a casa di Gohan e Videl, Junior fa da baby-sitter alla piccola Pan e, non sentendosi osservato, il namecciano inizia a fare le boccacce alla neonata per farla ridere. Gohan e Videl tornano a casa ed a questo punto, il cielo si oscura: altri non è che il classico fenomeno che avviene quando Shen-Long viene evocato, ad un tratto Junior e Gohan avvertono un’aura malvagia.

Tornati alla loro navicella, Sorbet pone i resti di Freezer all’interno del rigeneratore ad alta tecnologia creato dai suoi scienziati, mentre Tagoma e il suo compagno Shisami discutono circa l’utilità di far resuscitare il tiranno galattico. Il primo crede che il suo ritorno alla vita potrebbe solo essere una palla al piede per i loro piani, mentre il secondo lo critica, affermando di non essere un degno soldato dell’esercito di Freezer. Intanto, la macchina rigenerante termina il suo compito e da essa esce un Freezer ‘regredito’ allo status base, soddisfatto di aver potuto lasciare finalmente l’inferno. La resurrezione del changeling viene avvertita addirittura da Goku sul pianeta di Lord Beerus.

Dragon Ball Super: considerazioni finali

Un ottimo episodio, in cui assistiamo alla resurrezione di uno dei villain più amati dai fan di Dragon Ball Z. Una puntata in cui non mancano anche qui scene divertenti; i siparietti con protagonisti Pilaf e i suoi compagni sono imperdibili, tanto da interagire in maniera demenziale con un personaggio  malvagio come Sorbet. Altra scena degna di nota è quella in cui Junior, personaggio di base calmo e serioso, inizia a fare le boccacce con cui cerca di far ridere Pan. Tuttavia, tornando al fulcro principale dell’episodio: Sorbet avrà fatto bene a riportare in vita il suo signore o dovrà pentirsi di quanto ha compiuto? Del resto, come sappiamo, Freezer è una delle persone più inaffidabili ed imprevedibili mai viste nella serie, Appuntamento ad un nuovo episodio di Dragon Ball Super!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here