CONDIVIDI

Quasi quasi mi rimangio tutto ciò che ho detto nella scorsa recensione, perchè questo nuovo episodio di Grey’s Anatomy mi ha davvero sorpresa, e stranamente in positivo. Finalmente c’è stato un po’ di movimento, un po’ di feelings, novità. Insomma, è stata una puntata davvero interessante!  Prima di tutto, sono stata felicissima di rivedere la Bailey; da oramai troppo tempo il suo personaggio era diventato marginale, troppo nascosto ed è un vero peccato. Ora che sono sempre meno i personaggi presenti fin dalla prima stagione, c’è bisogno di qualcuno che mantenga comunque il suo posto e questo è il suo caso. Senza contare che Miranda è davvero adorabile: adoro il suo sarcasmo e la sua ironia, l’unica cosa che mi dispiace è che sia stato messo da parte il suo rapporto con Ben, che è sparito in chissà quali meandri dell’ospedale.  Naturalmente mi ha incuriosita moltissimo il caso della donna che si è ritrovata ad operare con Meredith e, sinceramente, è stato stranissimo vederla nel panico quando, letteralmente, non sapeva dove mettere le mani. E’ un lato della Bailey che non ci era mai stato mostrato e mi è piaciuto! Nel frattempo alcuni rapporti iniziano a diventare più stretti, come quello tra la Grey e la Pierce, che addirittura ora si scambiano videochiamate come se non si fossero mai odiate. Se qualcuno -chiamato anche Shonda- pensa di poter sostituire Lexie con queste baggianate, beh, si sbaglia di grosso. Lexie era LA sorella, quella per eccellenza e, per quanto Maggie possa piacermi, devo ammettere che non arriverà mai ad eguagliare ciò che era la piccola Grey.

Un altro rapporto che continua a crescere è quello tra Callie e Owen. All’inizio della stagione avevo persino ipotizzato che tra loro potesse nascere qualcosa e, devo ammetterlo, ho ancora questo pensiero. Che poi, più che un pensiero, è una paura. Per me sarebbero una coppia terribile, mal assortita e poi non credo di poter sopportare l’idea di vedere Hunt con una donna che non sia Cristina, soprattutto se questa donna è Callie. Purtroppo con lo scorrere delle stagioni ho sviluppato nei suoi confronti un’antipatia che fatico anche io a spiegare. Shonda probabilmente sta cercando di tenerci sulle spine, lasciandoci immaginare una storia tra i due dottori, ma sappiamo già da tempo che la donna destinata ad Owen è un’altra: la piccola Sheperd. Ebbene sì, Amelia avrà una storia con il suo capo. Ormai è risaputo, mi chiedo solo quando accadrà dal momento che, attualmente i due non alcun tipo di rapporto.

Probabilmente andando contro a ciò che pensa mezzo mondo, non ho sentito particolarmente la mancanza di Derek, ma non perchè non mi piaccia il suo personaggio, semplicemente perchè con il passare delle stagioni è diventato sempre più assente, spostandosi dal centro della scena, che era costantemente puntata su di lui, fino a quasi dimenticarmi della sua assenza.

L’ultimo spazio è naturalmente dedicato alla coppia che quest’anno sembra essere stata presa di mira dalla nostra cara Shonda: April e Jackson. Poveracci, ma quante ancora dovranno passarne per poter godere di un pizzico di felicità? Non gliene va proprio bene una; l’arrivo della madre della Kepner, secondo me, non migliorerà certo le cose, anzi, li porterà ad allontanarsi ancora di più. Se da una parte, in quanto atea, comprendo il fastidio di Jackson nell’appoggio totale di sua moglie nella fede, da una parte capisco anche April. E’ cresciuta credendo, pregando e pensando di poter contare su qualcuno di grande, e quando Jackson ha scelto di stare con lei, lui questo lo sapeva. Ora non può fare tutte quelle faccette scocciate perchè lei continua a credere in ciò che ha sempre creduto, seppur la situazione sia indubbiamente tragica.

La puntata è stata abbastanza carina, simpatica e drammatica quanto basta, come non accadeva da tempo. Seppur certe volte gli episodi vadano troppo in fretta, saltando passaggi necessari, questa volta ho trovato che la puntata abbia fatto il suo giusto corso. Pollice su, almeno per questa settimana! Ah, quasi dimenticavo! Nota assolutamente positiva, l’ennessimo cenno alla mia amata Cristina, che ogni episodio viene citata quasi come fosse ancora parte integrante dello show. Oserei dire straziante la scena in cui Owen va nel posto dove erano soliti incontrarsi e si immagina ancora con lei, rendendosi poi conto che lei lo ha lasciato per sempre. STRAZIANTE. Miss u Sandra, miss u!!