Home Tech

Paul McCartney al Carpool Karaoke, commuove e diverte tutto il mondo

92
Paul McCartney al Carpool Karaoke,

Immaginare di essere in auto a canticchiare le proprie canzoni preferite e, trovare l’autore di quelle musiche, in giro per la strada; a questo punto che si fa, non gli si da un passaggio?

Non è questo ciò che accade di solito e non è certamente questa l’idea del celebre Carpool Karaoke. Il formato  inglese, legato al The Late Late Show with James Corden ha da tempo catturato cuori, occhi e orecchie di milioni di persone in giro per il globo, tanto da conquistare anche il pubblico italiano, grazie alla fortunata edizione italiana.

Quello che difficilmente sarà replicabile è stata la puntata trasmessa qualche giorno fa e che fa fatto, in poche ore il giro del mondo sui social network. Tutto ciò ha a che fare con uno dei personaggi, degli artisti più importanti del panorama inglese e mondiale; stiamo parlando di Sir Paul McCartney.

L’ex baronetto ed ex Beatle è stato ospite sulla vettura di James Corden, in occasione dell’imminente uscita del suo nuovo album “Egypt Station” il prossimo 7 settembre. Per promuovere il nuovo lavoro i due hanno pensato bene di farsi un bel giretto panoramico per le strade di Liverpool (storica città natale dei “Fab Four”), tra ricordi di giovinezza, statue che li ricordano e le migliaia di foto, sorrisi e strette di mano che il compositore regala ai suoi concittadini.

Così tra piccoli aneddoti sulla genesi del gruppo più famoso della storia, i grandi successi cantati a squarciagola e momenti di commozione, nel racconto di Paul sulla genesi di Let It Be, la giornata prosegue in giro, con il nostro eterno ragazzo che ancora oggi, a 76 anni suonati, adora, parlare, ridere e scherzare come un ragazzino, fino a quando non arrivano in una casa speciale; quella dove Paul è cresciuto, ha imparato a suonare e dove, assieme a John Lennon, hanno realizzato i successi che avrebbero spalancato le porte sulla leggenda dei Beatles: She loves you, From me to you e tante altre.

Da qui si potrebbe dire che è stato fatto il pieno di Emozioni, risate e ricordi: ma non finisce qui perché il livello più alto il programma lo raggiunge subito dopo; quando i due approdano al Philarmonic Dining Rooms: uno dei locali storici di Liverpool, dove anche i Beatles cominciarono quando lo stesso era ancora un covo fumoso e meno arredato di come è oggi.

Tutto è organizzato per creare un effetto sorpresa stupefacente: Corben chiede a una ragazza di mettere un pezzo di Beatles al Juke Box d’epoca nel locale; una volta selezionato il pezzo si apre il sipario ed Ecco Paul McCartney and Band suonare dal vivo uno dopo l’altro alcuni dei più grandi capolavori della band di Liverpool, tra lo stupore, l’emozione e l’entusiasmo dei tanti, ma sempre pochi avventori che hanno avuto la fortuna di trovarsi dentro e nelle vicinanze del locale, per gustarsi un concertino inedito di una della più grandi icone della musica rock.

Un’esperienza davvero indimenticabile, che ha piazzato il programma verso picchi d’ascolto mai raggiunti; per non parlare delle migliaia di condivisioni sulle varie piattaforme streaming e sui social. Un esempio che dimostra come anche i media di oggi riescano ad essere interattivi, sfruttando semplicemente il lato umano e sensibile dell’artista, quando esso è, come Sir Paul, da sempre molto attento al suo pubblico, dimostrando che prima dello smartphone, il contatto diretto è il “Tag” più veloce e potente del mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here