Home Salute

Aquaholism, la dipendenza da acqua fa male

2059
dipendenza da acqua

Bere tanta acqua fa bene alla salute ed è necessario per garantire al corpo l’idratazione di cui necessita, oltre che per mantenere più giovane la pelle, allontanare il rischio di diabete e sconfiggere la ritenzione idrica. Per questa ragione, gli esperti, da sempre, consigliano di bere almeno due litri d’acqua al giorno. Ma bere troppo può fare male? A quanto pare sì, e potrebbe addirittura portare a sviluppare una vera e propria dipendenza da acqua.

Mark Whiteley, medico chirurgo e fondatore della Whiteley Clinic di Londra, sostiene che esagerare con il consumo d’acqua può avere delle conseguenze negative sul corpo. Una di queste riguarda l’aumento del rischio di malattie cardiovascolari, visto che bere troppa acqua altererebbe l’equilibrio elettrolitico e diluirebbe troppo il sangue.

Inoltre, un’introduzione eccessiva di liquidi nel corpo affaticherebbe i reni, perchè modificherebbe l’azione dell’ormone ADH, che agisce sul funzionamento dei reni mentre dormiamo, oltre a causare un incremento considerevole della sudorazione e un’eccessiva attività delle ghiandole sudoripare.

Secondo Whitely, il corpo si abituerebbe a una continua ed eccessiva idratazione e sentirebbe continuamente il bisogno di bere, sviluppando una dipendenza da acqua che gli esperti hanno denominato aquaholism. La dipendenza da acqua si configura come un comportamento ossessivo-compulsivo che porta la persona a sentire sempre l’esigenza di bere e a vivere delle crisi di astinenza, caratterizzate da ansia e nervosismo, quando non le è possibile farlo.

Ma cosa si può fare per evitare di sviluppare questa forma di dipendenza fisica e psicologica? La prima cosa da tenere sotto controllo è la quantità di acqua che si assume durante la giornata. La giusta dose di acqua giornaliera è compresa tra gli 8 e i 10 bicchieri d’acqua al giorno, i canonici 2 litri consigliati dagli esperti. E’ altresì importante ascoltare i reali bisogni del proprio corpo, bevendo soltanto quando si sente davvero l’esigenza di farlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here