Home Anime

Dragon Ball Super, recensione episodio 4: il ritorno di Pilaf

151
Dragon Ball Super, recensione episodio 4

L’episodio 4 di Dragon Ball Super si apre con re Kaio preoccupatissimo, in quanto è consapevole del prossimo arrivo di Lord Beerus sul suo pianeta. Goku, intanto continua ad allenarsi, ma nota che qualcosa non va nel suo mentore. Re Kaio teme che Goku possa fare qualche pasticcio, perciò decide di fare finta di nulla e di continuare a tenergli segreto tutto, nonostante l’insistenza da parte del curioso saiyan. Intanto, continua la festa di compleanno di Bulma in crociera. La donna è molto adirata, in quanto è venuta a sapere che alla sua festa non presenzieranno né Goku, né Vegeta.

Le marachelle di Goten e Trunks

Goten e Trunks continuano la loro esplorazione della nave, dando non pochi grattacapi al personale. Trunks fa vedere al suo amico i sontuosi premi in palio per la partita di bingo: un castello, un aeroplano, un diamante, un’auto sportiva e, ovviamente, le sfere del drago. In questo episodio assistiamo inoltre al ritorno di Pilaf e dei suoi tirapiedi Mai e Sao. I tre sono tornati bambini ed hanno perso le loro ricchezze di un tempo, essendo ridotti a vivere alla giornata tra mille difficoltà, soprattutto alimentari!

Pilaf alla riscossa!

Nonostante le difficoltà in cui versa, Pilaf non ha certo perso l’ambizione di tanti anni fa, ossia trovare le sfere del drago. Tramite il radar del drago, il nanetto nota che le sfere da lui tanto cercate si trovano presso una nave da crociera che stava passando in quel momento, accanto all’isola dove si trovavano lui e i suoi due servi. I tre decidono di raggiungerla con una barca, riuscendo nel loro intento. Tuttavia, Mai e Sao sono troppo affamati per poter remare, inoltre l’imbarcazione cade a pezzi e non tarda ad affondare. Come se ciò non bastasse, i tre vengono anche attaccati da uno squalo affamato, ma riescono a salire all’ultimo momento sulla nave di Bulma, come clandestini.

La festa prosegue

Pilaf, Mai e Sao vengono subito notati da Trunks e Goten, che chiedono loro chi siano. Pilaf inizia a dire una sequela di bugie, affermando che si trovavano da quelle parti per girare un dramma televisivo. Trunks, un po’ sospettoso, chiede dunque al nanetto blu dove fossero gli attrezzi del mestiere, telecamere in primis. A questo punto, Pilaf e i suoi sentono un profumino provenire dalla nave: è l’odore del ricco buffet, offerto da Bulma ai suoi ospiti. Trunks invita dunque i tre strani tipi ad unirsi agli invitati. Sao e Mai sono entusiasti, ma a guastare le feste è proprio Pilaf, dicendo ai suoi scagnozzi di avere un minimo di dignità e di non accettare l’elemosina da parte degli altri. Ma alla fine, anche lo stesso ex imperatore sarà vinto dalla fame e accetterà le pietanze offertegli da Goten e Trunks.

Vegeta si arrende a Bulma

Nel frattempo, Vegeta continua ad allenarsi presso la camera gravitazionale, con l’intento di diventare più forte del suo avversario Goku. Una dipendente della Capsule Corporation gli passa Bulma al telefono, adirata per la sua mancanza, ma Vegeta è impassibile. Alla fine però sarà costretto a cedere dinanzi alle urla della moglie.

Goku scopre tutto

Alla fine, un preoccupatissimo re Kaio è costretto a dire a Goku tutta la verità: a breve sarebbe giunto sul suo pianeta Lord Beerus. Il saiyan tuttavia non comprende perché re Kaio sia così timoroso e quest’ultimo gli parla dell’indole del signore della distruzione e di come sia facilmente irritabile. Il tempo stringe e re Kaio decide di nascondere Goku, per evitare che compia qualche guaio.
dragon ball super episodio 4

Considerazioni finali

Una puntata tutto sommato all’insegna del comico, ravvivata dalla presenza di Pilaf e dei suoi tirapiedi, che sono sempre garanzia di divertimento e ilarità. Goku a volte può sembrare irritante a causa del suo carattere infantile e soprattutto invadente. Il bello inizierà a breve quando Beerus giungerà sul pianeta di re Kaio: come si comporterà il saiyan dinanzi alla divinità felina?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here