Home Anime

Dragon Ball Z, recensione

175
dragonballz.it

dragon ball z logo

Dragon Ball Z, la trama

Sono passati cinque anni dal leggendario scontro tra Goku e Junior. Il nostro eroe ha oramai 23 anni, è sposato con Chichi e i due hanno avuto un figlio di nome Gohan. Sembra che la pace sia destinata a regnare per sempre sulla Terra, ma purtroppo non è così. Nello spazio è in viaggio una navicella con all’interno un essere dall’aspetto umano di nome Radish. Questi, raggiunta la Terra, approda sull’isola del Genio delle tartarughe dove si trova anche Goku assieme al figlio ed ai suoi amici. L’essere dice al nostro eroe di essere suo fratello e che lui non è un terrestre. L’alieno riferisce di essere un saiyan, un extraterrestre proveniente dal pianeta Vegeta e che anche lo stesso Goku è originario da tale corpo celeste.

Goku, un ragazzo misterioso dalle origini finora sconosciute, viene a conoscere finalmente le sue reali radici. Il suo vero nome è Kaarot d in tenera età fu mandato sulla Terra per sterminare l’umanità. Goku rinnega il suo malvagio fratello il quale, per ripicca, rapisce il piccolo Gohan nascondendolo all’interno della sua navicella, che in gergo tecnico si chiama jet coaster. Junior assiste alla scena e propone a Goku di allearsi per sconfiggere il nemico comune.

Goku e Junior si recano presso il nascondiglio di Radish, il quale si dimostra essere troppo forte anche per l’invincibile coppia. Goku e Junior, i più potenti guerrieri della Terra, nulla possono dinanzi alla forza dell’alieno, il quale annuncia che stanno arrivando altri due saiyan più forti di lui. Gohan, sentite le urla di dolore di suo padre Goku, si libera dalla navicella e mostra una forza incredibile, tanto da riuscire a colpire il perfido zio che mai si aspettava una simile forza dal bimbo.

Dragon Ball Z

Tuttavia, Radish verrà sconfitto alla fine dal cannone speciale di Junior il quale, involontariamente, eliminerà anche lo stesso Goku che da morto andrà ad allenarsi sul pianeta di Re Kaioh nell’Aldilà, in vista degli altri due saiyan in arrivo sulla Terra, Napa e Vegeta. Questo, a grandi linee, è l’incipit di Dragon Ball Z, un’avventura straordinaria in cui verranno scoperte diverse verità su Goku e sul Dragon World finora mai approfondite da Akira Toriyama all’interno del suo manga.

In questa serie vediamo un Goku oramai cresciuto che nonostante tutto non ha mai perso la sua indole infantile ed ingenua. Nel corso della serie Goku e Chichi avranno un altro figlio, il piccolo Goten, ritratto sputato del padre da bambino. Man mano che la serie prosegue, la trama si discosta sempre più dalle atmosfere iniziali del manga e dell’anime, incentrate sul tema del viaggio e sulla ricerca delle sette sfere del drago. Si privilegiano di conseguenza la crescita e i power-up dei personaggi, così come un’infinita moltitudine di scontri atti alla salvezza del pianeta Terra, che verrà infine distrutto dal demone della nuvola Majinbu. Ma niente paura! Alla fine il nostro pianeta sarà ripristinato grazie alle sfere del drago namecciane (molto più potenti di quelle terrestri) ed il mostro sconfitto dalla super energia sferica di Goku.

La trama di Dragon Ball Z si rivelerà essere di un successo straordinario, tanto da generare un fandom incredibile a livello internazionale. Goku, grazie alla serie Z, è divenuto un personaggio iconico famoso alla pari di Topolino o di Pikachu. Anche coloro che non hanno mai seguito un anime in vita loro, quando sentono parlare di Goku, Crili o Vegeta, sanno bene che l’argomento verte sul Dragon Ball. Come leggiamo da Wikipedia, la serie Z segue un arco temporale di 22 anni. Tutto inizia dallo scontro con Radish per poi culminare con la partenza di Goku e Ub alla volta di nuove avventure.

Dragon Ball Z, le saghe

Dragon Ball Z ha una trama vasta e complessa, impossibile da riportare per intera. Tuttavia, potremmo dividere la serie in quattro grandi saghe:

  • Saga dei Saiyan
  • Saga di Freezer
  • Saga di Cell
  • Saga di Majin bu

Saga dei Saiyan

Dopo la battaglia contro Radish, inizierà una vera e propria guerra contro altri due saiyan sopravvissuti, i precitati Napa e Vegeta. Sarà uno scontro violento, durante il quale Iamko, Riff, Tensing e Junior rimarranno uccisi. A salvare la situazione sarà Goku tornato dall’Aldilà, il quale metterà in seria difficoltà Napa, che alla fine sarà ucciso dal compagno Vegeta, in quanto considerato oramai inutile. Goku e Vegeta daranno inizio ad uno scontro epico che alla fine sarà vinto da quest’ultimo, trasformandosi in scimmione e decuplicando la sua forza.

Tuttavia, nonostante la vittoria su Goku, Vegeta dovrà ritirarsi dopo essersi scontrato con Gohan, Crili e Jirobai. Grazie alla collaborazione dei tre guerrieri, il principe dei saiyan verrà ridotto in vin di vita e costretto a ritirarsi temporaneamente.

Dopo la violenta battaglia, Crili, Gohan e Bulma decidono di partire per Namecc (pianeta menzionato da Vegeta in precedenza) per trovare le sette sfere del drago originali e riportare in vita tutti i loro amici caduti durante lo scontro con i saiyan. Si scopre inoltre che il pianeta Namecc altri non è che il corpo celeste da cui provengono il Supremo e lo stesso Junior.

vegeta napa radish
Dragon Ball Z, Saga dei Saiyan

Saga di Freezer

Giunti dopo varie peripezie su Namecc, i nostri eroi scoprono che anche il capo di Vegeta è alla ricerca delle sette sfere. Stiamo parlando del malvagio Freezer, tiranno galattico padrone di decine di pianeti della galassia. Scopo ultimo di Freezer è chiedere al dio drago di Namecc la vita eterna, per poter regnare in maniera perpetua sull’intero universo.

Anche Vegeta, oramai completamente ripresosi dalla battaglia sulla Terra, va su Namecc per impadronirsi delle sfere. Durante il suo viaggio sul pianeta si scontrerà con vari scagnozzi di Freezer tra cui Zarbon, Dodoria, Kiwi e la potente squadra Ginyu; si tratta di un team di mercenari al servizio di Freezer, parodia dei Power Rangers. Vegeta, Crili e Gohan sono divenuti molto più forti rispetto alla saga precedente, ma vengono sopraffatti dall’immenso potere di Recoome, uno dei componenti della squadra Ginyu, che verrà infine messo K.O da Goku, anche lui giunto su Namecc.

Durante il suo viaggio, Goku si era allenato duramente, riuscendo ad aumentare notevolmente il suo livello di combattimento. Dopo di ciò, lo scorrere degli eventi porterà il nostro eroe a scontrarsi anche con Freezer (nonostante Re Kaio avesse raccomandato a Goku di stare lontano da lui) ed a trasformarsi nel leggendario Super Saiyan, mitico guerriero che, secondo un racconto del pianeta Vegeta, appare ogni 1000 anni. Nonostante l’incredibile forza del tiranno galattico, Goku alla fine avrà la meglio.

freezer
Dragon Ball Z, Saga di Freezer

Saga di Cell

Un anno dopo, Goku torna sulla Terra e conosce un giovane ragazzo di nome Trunks. Anche lui è un saiyan ed ha sconfitto un redivivo Freezer, giunto sulla Terra assieme a suo padre, Re Cold, per annientare tutti i terrestri, con l’obiettivo di fare un dispetto a Goku. Trunks dice di venire dal futuro e di essere figlio di Bulma e Vegeta. Il ragazzo è giunto in quella linea temporale tramite la sua macchina del tempo, per avvertire lo stesso Goku e gli altri guerrieri dell’imminente arrivo dei cyborg, potenti guerrieri artificiali che avrebbero messo in crisi il pianeta. I cyborg sono stati costruiti dal dottor Gelo, un tempo scienziato al servizio dell’esercito del Fiocco rosso, annientato da Goku quando era solo un bambino.

Il nemico principale di questa nuova saga sarà Cell, un mostro creato anche lui dalla folle mente del dottor Gelo. Cell assorbirà i cyborg C-17 e C-18, raggiungendo la sua forma perfetta. Sconfitti due pezzi da 90 come Trunks e Vegeta, Cell organizza un torneo di arti marziali, il Cell game, dove in palio ci sarà il futuro del pianeta. Dopo che Goku si sacrifica inutilmente per salvare la Terra dalla distruzione, Cell tornerà più forte di prima, ma sarà neutralizzato da Gohan trasformatosi in Super Saiyan di secondo livello.

cell
Dragon Ball Z, Saga di Cell

Saga di Majin bu

Sette anni dopo la saga di Cell, Goku torna sulla Terra per un solo giorno. E’ ancora morto, ma viene resuscitato da Baba temporaneamente, per permettergli di partecipare al Torneo di arti marziali. Quello che doveva essere un giorno di festa per il saiyan, si trasformerà in una nuova tragica battaglia: questa volta contro il demone Majin bu, un essere infernale creato secoli prima da un mago di nome Bibidi. Goku, dopo estenuanti battaglie contro il mostro, riuscirà a battere Majin bu grazie ad una super Genkidama, creata grazie alla forza di tutti gli esseri umani. Goku, prima di neutralizzarlo, si augura che il demone possa reincarnarsi un giorno in una persona dal cuore puro. Dieci anni dopo, vediamo Goku essere divenuto nonno e partecipare alla nuova edizione del Torneo di arti marziali. Qui incontra Ub, un bambino di colore che si scoprirà essere la reincarnazione buona di Majin bu. Lasciato il loro incontro, Goku e Ub partiranno insieme: scopo del saiyan è allenare il piccolo e farlo diventare un guerriero potentissimo.

majin bu
Dragon Ball Z, Saga di Majin Bu

Chi scrive ha conosciuto in pieno il mito di Dragon Ball Z in Italia. Tutto iniziò nell’estate del 1998 quando la saga di Al Satan e di Junior era appena terminata su JTV. La TV mise in onda allora uno spot che sarà per sempre indimenticabile nel cuore del sottoscritto: la proposizione di Dragon Ball Z in VHS da parte della Deagostini. Pochi i frame e le scene montate in quella pubblicità di circa 60 secondi. Si riusciva a riconoscere giusto Junior, quello che sembrava essere Goku, un bambino irato (Gohan) ed un capellone con uno strano visore ad un occhio (Radish).

Fenomeno Dragon Ball

Era l’inizio di una magnifica avventura. Dopo un paio di anni di silenzio e qualche replica della prima serie di Dragon Ball tra JTV ed Italia 1, nella primavera del 2000 Mediaset si decise a mandare in onda Dragon Ball Z. Quel poco che si conosceva prima lo si sapeva grazie al manga edito da Star Comics, oppure da chi, con tanto di pecunia, poteva permettersi l’acquisto delle costose VHS in edicola (circa 15.000 lire l’una) oppure ancora da chi, armato di una buona linea Internet, poteva aggiornarsi sui siti in italiano di una rete ancora pionieristica che tuttavia, agli occhi di un bambino di 10 anni, appassionato di cartoni animati ed armato di un ‘semplice’ Windows 95 senza connessione, rappresentava un vero e proprio Santo Graal. Erano altri tempi, la fine degli anni ’90, un’epoca molto più semplice e genuina, in cui ancora non esistevano i social network, lo streaming ed altre mostruosità partorite da una rete sempre più satura, martellante e a disposizione di tutti.

Tornando in topic, con la messa in onda di Dragon Ball Z su Italia 1 (ribattezzata What’s my destiny Dragon Ball) ci fu un inevitabile boom di giocattoli, videogames, figurine e migliaia di gadget che sommersero la Penisola. All’epoca, Goku e gli altri guerrieri Z incontrarono inoltre la concorrenza di altre due serie animate dall’altissimo potenziale: Pokemon e Digimon. Stiamo parlando di due serie animate che generarono un altro zoccolo duro tra i fan italiani, due cartoni che vantavano un merchandising di tutto rispetto e per nulla inferiore a Dragon Ball. Se comunque Digimon fu alla fine condannato quasi del tutto all’oblio con il passare del tempo, Dragon Ball (e gli stessi pokemon) continuano tutt’ora a ad essere dei punti di riferimento più che validi per gli appassionati di anime e videogiochi provenienti dal Sol Levante.

Dragon Ball Super e Super Dragon Ball Heroes

Senza contare che dopo la trasmissione di Dragon Ball GT nel 2001 e la proposizione dei film dello Z (denominati Dragon Ball – Le grandi battaglie) ora Italia 1 sta mandando in onda l’ennesima serie ispirata alle avventure di Goku: Dragon Ball Super. Nuovi incontri, nuove avventure e nuovi villain attendono Goku, sempre entusiasta di affrontare nuove sfide con coraggio ed impazienza. Ed intanto, ecco giungere un nuovo anime, stavolta promozionale, che prosegue idealmente le avventure del Super: Super Dragon Ball Heroes. Che dire? Tra nuovi anime, lungometraggi, manga spin-off ecc. di Dragon Ball sentiremo ancora parlare per un’altra ventina di anni…­

Dragon Ball Super: la locandina integrale del film animatoAppassionato di Dragon Ball? leggi la recensione della saga di Dragon Ball Super.

RASSEGNA PANORAMICA
Recensione Dragon Ball Z
Articolo precedenteHotel Transylvania 3: al Gff l’anteprima nazionale
Articolo successivoRecensione Thelma di Joachim Trier

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here