CONDIVIDI

blood-17305_1280D’ora in avanti la diagnosi dell’endometriosi sarà più facile e rapida, grazie a un semplice esame del sangue che si è dimostrato efficace nell’individuarla. Questa importante scoperta la si deve alla Fondazione Italiana Endometriosi (F.I.E.), fondata nel 2007 dal dottor Pietro Giulio Signorile per sostenere le donne che sono affette da endometriosi e per implementare la ricerca scientifica su questo fenomeno.

Il test del sangue che permetterà una veloce diagnosi dell’endometriosi è stato elaborato utilizzando metodiche di proteomica, come ad esempio l’analisi 2D Gel, le quali hanno permesso di individuare, nel sangue di alcune donne malate, una specifica proteina legata alla patologia.

Come ha spiegato Signorile, la possibilità di diagnosticare l’endometriosi attraverso un semplice test sanguigno costituisce un significativo passo in avanti, poiché permette di individuare la patologia anche quando è al primo stadio e accorcia notevolmente il tempo che intercorre tra i primi sintomi e la diagnosi definitiva.

Ricordiamo che l’endometriosi è causata da anomalie dell’endometrio, il tessuto che ricopre la parete interna dell’utero. Tra i suoi sintomi troviamo dolore pelvico, soprattutto durante l’ovulazione e il ciclo mestruale, stanchezza cronica, dolori durante i rapporti sessuali e, nel 30/35% dei casi, infertilità. In Europa sono ben 14 milioni le donne affette da questo disturbo.