Home Tech

Innovazione e contaminazione al prossimo Wired Next Festival

34

L’innovazione al centro della sviluppo della vita dell’individuo del XXI secolo; il legame indissolubile tra la rete globale e la nostra stessa esistenza; l’evoluzione delle competenze nel mondo del lavoro e le prospettive sui lavori del futuro. Queste altre ancora saranno le tematiche che animeranno il prossimo Wired Next Fest; il più importante festival in Italia, dedicato alla scienza, alla tecnologia, al business, alla ricerca e l’innovazione sociale.

In programma a Milano dal 25 al 27 maggio, presso i giardini Indro Montanelli, di Corso Venezia, il grande evento promosso dalla rivista Wired, intende offrire nuovi spunti e nuove risposte alla volontà di cambiamento  di evoluzione nel World Wide Web, in quanto caratteristiche importanti e necessarie alla sviluppo culturale economico, ma anche politico del nostro paese.

Il focus sul quale verterà il dibattito in questa nuova edizione, sarà la contaminazione, specie tra uomo e macchina: come strutturare un percorso evolutivo necessario per arrivare a una progressiva ibridazione tra il digitale e analogico, contenuti notiziabili e le nuove piattaforme di comunicazione.

Si tratta di un binomio che ha radici molto lontane, risalenti addirittura agli anni’70, ma il rapporto tra la costruzione del dato e la sua rappresentazione iconica diventa ancora oggi uno spunto di riflessione per favorire, in futuro, lo scambio tra due mondi paralleli che, grazie proprio alle nuove tecnologie, non hanno più il limite della condivisione di un flusso unidirezionale di contenuti.

In particolare il Wired Next Fest approfondirà un tema molto delicato e poco analizzato: il talento; ossia le tecnologie digitali influenzano e definiscono una riorganizzazione delle competenze, inerenti al mercato del lavoro, sia all’interno delle aziende e  sul singolo, determinando una sorta di contaminazione tra figure professionali che prima non si sarebbero mai incontrate, mentre ora possono addirittura collaborare assieme.

Tra i relatori che faranno i loro interventi, durante i giorni milanesi, molti nomi celebri provenienti dai settori più disparati:

da Chelsea Manning, attivista politica responsabile dello scandalo Wikileaks, al fumettista Zerocalcare; da Orit Kopel, una tra le massime esperte al mondo in tema di fake news, al pianista e compositore Raphael Gualazzi; dai The Jackal alla scrittrice e pornostar Stoya.

Un mondo di figure vare per un appuntamento unico che negli ultimi 5 anni ha quintuplicato le presenze, fisiche e on line, con il solo intento di avvicinare gente di tutte le età all’innovazione e alla tecnologia.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here