Home Cronaca

Napoli, ucciso nel cimitero di Poggioreale: l’assassino confessa

282

All’interno di un lungo interrogatorio, il 50enne Ciro Attanasio ha confessato di essere l’assassino di Gennaro Finizio, imprenditore di 73 anni ucciso nel cimitero di Poggioreale, a Napoli. Il cadavere di Finizio è stato ritrovato la notte scorsa, all’interno della sua automobile parcheggiata, con il cranio fracassato e in una pozza di sangue. Il movente dell’omicidio sarebbe legato a un contenzioso civile.

Secondo quanto comunicato dalla Questura, Attanasio aveva ricevuto da Finizio una somma di denaro pari a 16mila euro per la ristrutturazione della cappella di famiglia della vittima. Ma questi lavori non erano mai stati fatti e Attanasio non era nelle condizioni di poter restituire i soldi. I due uomini si erano dati appuntamento alle ore 17 di giovedì 6 marzo nel cimitero di Poggioreale per discutere della questione e il 50enne, dopo la minaccia di denuncia di Finizio, avrebbe perso il controllo, impugnato un bastone di legno trovato nelle vicinanze e colpito l’imprenditore più volte alla testa.

Al termine dell’interrogatorio, durante il quale ha confermato questa ricostruzione dei fatti, Ciro Attanasio è stato fermato e condotto nel carcere di Poggioreale, con l’accusa di omicidio volontario.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here