Home Cronaca

Omicidio Giussano: padre in coma, disposta la perizia psichiatrica

92

E’ ancora ricoverato presso il reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Gerardo di Monza Michele Graziano, l’uomo di 37 anni che martedì sera, a Paina di Giussano (MB), ha ucciso i due figli piccoli e poi ha tentato di togliersi la vita. Dopo aver sgozzato Elena, di 8 anni, e Thomas, di 2 anni, ha rivolto contro di sé il coltello da cucina e ha tentato di togliersi la vita. Pochi istanti dopo, però, ha telefonato il fratello il quale ha chiamato i soccorsi.

Così Graziano è stato trasportato d’urgenza in ospedale, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico per ricucire le gravi ferite che si era procurato. Le sue condizioni di salute non sono gravi ma attualmente si trova in coma farmacologico con prognosi riservata. Nel frattempo, la Procura di Monza ha disposto la perizia psichiatrica per verificare se, al momento del duplice omicidio, fosse capace di intendere e di volere.

Ricordiamo che, stando ad alcune testimonianze, Michele Graziano soffriva di depressione e che, in passato, aveva già tentato il suicidio. Il suo stato di malessere psicologico si era aggravato negli ultimi mesi, dopo la separazione dalla moglie Valentina Neri, madre di Thomas, e il sopraggiungere di diversi problemi di natura economica.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here