Home Attualità

Shell pagherà 70 milioni di euro per la fuorisciuta di petrolio in Nigeria

967
shell risarcimento nigeria

La multinazionale Shell risarcirà 70.000.000 di euro agli abitanti di Bodo, una comunità di pescatori situata a sud est della Nigeria, a causa della contaminazione della zona dovuta alla mancata manutenzione degli oleodotti, che ha causato nel 2008 una grossa fuoriuscita di petrolio.

Secondo le stime sono circa 15.000 le persone che otterranno un risarcimento di circa 3.000 euro. Complessivamente, i residenti riceveranno 45.000.000 di euro e i restanti 25.000.000 saranno investiti dalla comunità nella costruzione di scuole e ospedali.

Per la prima volta nella storia del paese il risarcimento sarà pagato direttamente alla popolazione.

shellL’accordo è stato annunciato dalla SPDC (Shell Petroleum Development Company), filiale nigeriana della multinazionale.

Non è la prima volta che la compagnia viene multata a causa della scarsa manutenzione degli impianti che hanno prodotto negli anni ingenti fuoriuscite di greggio. Nel gennaio del 2013, la multinazionale olandese ha risarcito le vittime per due episodi analoghi accaduti tra il 2004 e il 2007 nel Delta del Niger.

Secondo il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP), episodi come questi potrebbero contaminare le acque sotterranee causando incendi e distruggendo la vegetazione circostante.

Il gasdotto Trans-Niger di proprietà di Shell, trasporta il petrolio sulla costa atlantica. Inaugurato nel 1953, trasporta circa 180.000 barili al giorno. Il Delta del Niger occupa il 7,5% del paese, ed è una delle più grandi riserve naturali in Africa. Abitata da circa 31 milioni di persone. Una comunità esposta a sei decenni di estrazioni, anche da parte di altre multinazionali che hanno operato senza i necessari controlli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here