Home Attualità

Capodanno 2015: 251 feriti, nessun morto

1125
feriti botti di fine anno

Anche se in diminuzione rispetto all’anno scorso, sono numerose le persone che hanno riportato ferite a causa dei botti di fine anno. Il bilancio ufficiale è di 251, contro i 361 dell’anno scorso, sono in riduzione quelli dovuti all’uso di armi da fuoco e più lievi le ferite riportate, in calo anche il numero dei minori feriti.

In Campania e precisamente a Napoli si registra il maggior numero di feriti, circa 71, di cui 48 solo nel capoluogo campano, fra cui un uomo di 37 anni che ha subito la lacerazione dell’addome, un bambino di 11 anni ferito agli occhi, che sono ricoverati in prognosi riservata. Nella zona San Giovanni lo scoppio di alcuni petardi ha provocato il crollo parziale dell’androne di uno stabile, (evacuato per precauzione) danneggiando anche alcune macchine parcheggiate nelle vicinanza. La vittima più grave è un egiziano di 29 anni, a Milano, che ha perso tutte le dita di una mano e riportato gravi ferite all’avambraccio a causa dell’esplosione di un grosso petardo.

Immagine: Pixabay
Immagine: Pixabay

A Pizzoli in provincia dell’Aquila un ragazzino di 14 anni ha perso l’uso della mano, nel Casertano le persone ferite sono state 10, a Salerno 13, tutti giovani.

Sei i feriti per i botti nel barese di cui 2 hanno perso una mano, un ragazzo di 14 anni ha riportato ferite al volto, 5 più lievi a Taranto.

In Calabria il bilancio è di 2 feriti, entrambi hanno riportato ferite agli occhi, in provincia di Ancona sono 3 le persone ferite dai botti, diversi a Catania, tra cui un militare dell’esercito, al quale l’esplosione di un petardo ha provocato lesioni ad una mano.

A Genova il bilancio per i festeggiamenti di fine anno è di 9 feriti.

Diverse le persone denunciate a Roma per il sequestro di circa 1200 kg. di botti detenuti illegalmente, arrestato un cittadino straniero, e denunciate altre 5 persone, mentre a Napoli ne sono stati sequestrati 5 tonnellate.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here