Home Cinema

Dumbo di Tim Burton, prossimamente nei cinema

20

Walt Disney si sa, continua a stupire e far sognare generazioni di bambini e adolescenti, da un secolo. Il successo di tale fantasia lo si deve ovviamente alla grandezza delle storie, capaci di unire fascino, mistero e immaginazione in una dimensione unica. Molti sono stati i registi ammaliati dalle grandi storie firmate Disney: basti pensare al successo del remake de La bella e la bestia e Il libro della giungla.

Fra essi non poteva mancare il regista probabilmente più visionario degli ultimi anni: Tim Burton. Il regista di Edward Scissorhands, Batman e Big Eyes, non ha mai nascosto il fascino che il lato profondo e misterioso delle favole Disney, ha avuto nella sua poetica immaginaria e come esso abbia influito nel portare sullo schermo la favola da una prospettiva diversa, nella quale il lieto fine romantico è solo una sfumatura.

Egli però non aveva mai affrontato un remake Disney, fino ad ora. E’ previsto per il 2019 infatti la rivisitazione di una delle storie più amate dai bambini: Dumbo.

Le avventure del celebre elefantino torneranno sul grande schermo, in una nuova veste.

Per questo remake Burton, ha voluto creare nuove sinergie, scegliendo alcune vecchie conoscenze della sua cinematografia come Danny DeVito e Michael Keaton, a nuovi arrivi come Colin Farrell ed Eva Green.

Le grandi orecchie di Dumbo fanno da altoparlante metaforico alle vicende di Holt, alias Colin Farrell il quale, da artista affermato del circo, deve fare i conti con il fronte di guerra; un’esperienza che ovviamente gli cambierà la vita.

Sarà il proprietario del circo, Max Medici, interpretato dal sempre eclettico Danny DeVito, a ingaggiare lo stanco circense per prendersi cura di Dumbo, un cucciolo di elefante nato con due orecchie enormi che lo rendono lo zimbello da parte di tutto il personale del circo. Ma quando i figli di Holt scoprono che Dumbo è in grado di volare, arriverà uno spregiudicato imprenditore; V.A. Vandevere (Michael Keaton) e un’esuberante acrobata Colette Marchant (Eva Green), che riusciranno a rendere l’elefantino una celebrità.

Attraverso una sceneggiatura molto dinamica, firmata da Ehren Kruger, e dalle musiche  del maestro Danny Elfman, che ha già collaborato con Tim Burton, per Big Eyes e Frankenweenie, Dumbo riesce a unire la fantasia, con l’azione, grazie ad una tecnica mista che sfrutta il live-action alla tecnologia CGI; Computer-generate imagery; ragion per cui, anche se manca Johnny Deep, ci si aspetta un altro capolavoro di immaginazione pura, legata ad una storia coinvolgente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here