guardare troppa tv

Guardare troppa tv non fa bene alla salute dei bambini. Questa cattiva abitudine non solo potrebbe causare, nel presente, problemi comportamentali, disturbi dell’attenzione e del sonno e patologie fisiche come l’obesità, ma avrebbe anche ripercussioni sulla vita futura dei più piccoli, facendoli diventare degli adulti molto sedentari e, pertanto, soggetti al sovrappeso e alle patologie ad esso collegate.

Questo è quanto sostiene un grosso studio dalla University College di Londra condotto su circa 6.000 persone residenti nel Regno Unito. I ricercatori hanno tenuto sotto osservazione le abitudini dei volontari per diversi decenni, a partire dalla loro nascita, avvenuta nel 1970, confrontando in particolar modo il loro consumo di televisione all’età di 10 anni e all’età di 42 anni. Procedendo in questo modo, si è potuto rilevare l’esistenza o meno di una correlazione tra i comportamenti che le persone avevano durante l’infanzia e quelli che avevano in età adulta e capire se guardare troppa tv quando si è piccoli può avere conseguenze sul futuro.

Dal confronto dei dati raccolti, è stato possibile osservare che le persone che all’età di 10 anni guardavano la televisione molto spesso, a 42 anni avevano una maggiore probabilità di stare davanti al televisore almeno tre ore durante l’arco della giornata. Chi era stato un bambino teledipendente, insomma, aveva una più alta possibilità di avere uno stile di vita sedentario da adulto e di essere obeso o in sovrappeso.

Ma come si può fare per limitare i danni che il guardare troppa tv può fare sui bambini e sugli adulti che saranno? Banalmente, è importante che i genitori controllino quanto tempo i loro figli passano davanti al piccolo schermo. Il consiglio dell’American Academy of Pediatrics, supportato da numerose e autorevoli ricerche sull’argomento, è quello di non superare le due ore al giorno.