Home Serie Tv

Da Orange County a Gotham City: Benjamin McKenzie sarà James Gordon

893

ben_mckenzie_e_james_gordon

Si torna a parlare di una delle serie che nei mesi scorsi ha catturato di più l’attenzione. Viviamo un periodo senz’altro florido: manca la qualità, forse, ma non la quantità. E nella massa, qualcosa di buono sta senz’altro venendo fuori. Un nome? Arrow.
Che piacciano o meno le serie sui vigilantes, Arrow è indiscutibilmente ben fatta e riesce a dosare per bene gli elementi supereroistici senza finire con lo scadere in un polpettone acerbo. Aggiungiamoci pure che sta ampliando sempre più l’Universo di riferimento, introducendo personaggi quali Flash, Deathstroke e la Suicide Squad e il gioco si fa sempre più interessante.
L’Universo di riferimento, si diceva… per Arrow si tratta dell’Universo DC Comics, quello celebre ospitare al proprio interno le vicende di Batman, Superman e Wonder Woman. Un universo che dalla prossima stagione sarà ancora più rappresentato sul piccolo schermo: come annunciato in precedenza, infatti, in Autunno esordirà Gotham, la serie che narrerà le vicende del “futuro” Commisario Gordon, storico alleato dell’Uomo Pipistrello.
Interessantissimo progetto, rischia però di generare un po’ di confusione nello spettatore. Perché Batman appartiene allo stesso Universo DC ma Gotham arriverà con un marchio diverso da quello di Arrow e del prossimo The Flash.
La serie verrà infatti prodotta da Fox e dalla Warner Bros, mentre le altre due sono made in CW.
Scordiamoci quindi cameo o altro e speriamo piuttosto che le due continuity non finiscano col pestarsi i piedi (per dire, c’è chi giura che nell’ultima puntata di Arrow, “The Suicide Squad”, ci fosse anche Harley Quinn, presenza nota nella continuity di Batman).
Bando alle ciance, comunque, e presentiamo per bene questo Gotham.

I creatori, innanzitutto. Bruno Heller (The Mentalist) si occuperà della sceneggiatura, Danny Cannon (Nikita, Alcatraz) sarà il produttore esecutivo e si occuperà della regia dell’episodio pilota.
Le vesti del giovane James Gordon saranno indossate da Benjamin McKenzie, anche noto per essere il Ryan di The OC. Al suo fianco, Donal Logue nei panni di Harvey Bullock, storico partner del “futuro” commissario.
La serie non può prescindere dal crimine, vero e proprio fardello dell’immaginaria Gotham City che non conosce ancora la giustizia dell’Uomo Pipistrello. Ecco dunque che ci saranno i supercriminali, ancora agli inizi della loro carriera. Il nome certo è quello del Pinguino, interpretato da Robin Lord Taylor (The Walking Dead). La scelta della nemesi non mi sembra casuale: la recente trilogia di Nolan sul Cavaliere Mascherato ha portato sullo schermo il Joker, Due Facce, lo Spaventapasseri, Bane e Ra’s al Ghoul. Era troppo recente la loro apparizione per riproporli con un altro volto e in un altro contesto. Tra i big, dunque, il Pinguino e l’Enigmista erano le scelte più sensate e qualcosa mi dice che anche quest’ultimo lo vedremo presto.
Chi manca, dunque? Bruce Wayne ovviamente. E Bruce Wayne ci sarà. La serie ruota attorno al distretto di polizia di Gotham e alla figura di Gordon, quindi non c’è spazio per il vigilantes. Ci sarà però un piccolo Bruce Wayne, interpretato da David Mazouz (Touch). Con lui, l’immancabile Alfred. Il volto del maggiordomo di casa Wayne sarà quello di Sean Pertwee (Camelot).
Che altro dire? Le riprese sono iniziate a inizio Marzo ed è presto per dire cosa può essere la serie. Se Arrow ha fatto scuola, la serie potrà riscuotere un gran successo. Il materiale certamente non manca.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here