Home Salute

Sempre più italiani ricorrono alla chirurgia estetica

1201
chirurgia plastica

Cresce sempre di più il numero degli italiani che, per migliorare il proprio aspetto o sistemare qualche difetto fisico, si affidano alla chirurgia estetica. Nel 2014, in Italia, gli interventi di chirurgia plastica hanno avuto un  incremento del 6,2% rispetto al 2013, superando il milione di operazioni chirurgiche. Lo dicono i dati dell’Aicpe, l’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica, che ha condotto un’indagine su tutto il territorio nazionale.

Ma quali sono gli interventi più richiesti? Al primo posto, si trova la liposuzione, ossia l’asportazione dell’adipe attraverso l’uso di una cannula sottocutanea, che è stata eseguita, nel corso del 2014, ben 43,989 volte. 33.532 donne, invece, si sono sottoposte a un’operazione di mastoplastica additiva per avere un seno più abbondante, mentre sono state 32.313 le persone che hanno richiesto un intervento di blefaroplastica. Quest’ultima è finalizzata alla correzione di alcuni difetti delle palpebre e consiste nella rimozione, attraverso alcune piccole incisioni praticate sulla zona interessata, dell’adipe che si forma nell’area palpebrale.

Grosso boom anche per il lipofilling, una tecnica che prevede l’utilizzo del grasso del paziente, prelevato da altre parti del corpo, per riempire, tramite microcannule, rughe del viso e, quindi, distendere la cute e ridurre i segni dell’invecchiamento.

Sul totale dei pazienti che richiedono un “ritocchino” di chirurgia estetica, la maggioranza è costituita da donne, che sono l’81,5%, e da una minoranza di uomini (14,1%), in calo dell’11% rispetto a due anni fa. Lo studio dell’Aicpe, ha anche messo a confronto i dati raccolti nelle diverse regioni italiane, scoprendo che la regione con un maggior numero di operazioni estetiche è il Lazio, seguito dalla Lombardia e dell’Emilia Romagna.

Un settore, quello della medicina estetica, che sembra essere in continua crescita. Come ha spiegato il dottor Mario Pelle Ceravolo, il presidente dell’Aicpe, il settore della medicina estetica non ha mai sentito gli effetti della crisi e, soprattutto negli ultimi anni, ha intrapreso un trend positivo che non accenna ad arrestarsi.