Home Cinema

The Six Billion Dollar Man: Damon Szifron abbandona la regia

11

Da tempo la Warner stava lavorando al rilancio del film The Six Billion Dollar Man, le cui riprese sarebbero dovute iniziare a breve.

Ma attualmente il progetto è in stand-by: il regista quarantenne Damian Szifron, l’argentino candidato agli Oscar con Storie pazzesche del 2014, ha infatti abbandonato e rinunciato alla regia.

Già da vent’anni si lavorava all’adattamento della serie tv The Six Million Dollar Man (dal titolo italiano L’uomo da sei milioni di dollari) ispirata al romanzo Cyborg di Martin Caidin. Il protagonista della serie originale è il colonnello Steve Austin, che a causa di un incidente durante una missione perse sia la gamba, il braccio destro e l’occhio sinistro. Su di lui viene effettuata una vera e propria ricostruzione per sostituirgli gli organi danneggiati con arti bionici che gli conferiscono straordinarie capacità.

Nel 2014 The Weinstein Company annunciò la pre-produzione del film con Mark Wahlberg come attore protagonista e Peter Berg come regista. Successivamente Berg ha ceduto il posto a Damon Szifron, pronto al suo esordio ad Hollywood come regista e co-sceneggiatore.

Già una volta le riprese sono slittate a dicembre del 2017 quando i diritti per il film sono passati dalla The Weinstein Company alla Warner Bros. Adesso con la rinuncia di Szifron causato da probabili divergenze creative sulla sceneggiatura, ci troviamo ad un nuovo slittamento delle riprese. 

La Warner, quindi, al posto del regista argentino, starebbe seriamente pensando a Mel Gibson (voci recente lo volevano parte del cast ma non si sa per quale ruolo) per evitare che la produzione del film possa prolungarsi di tanto. Mel Gibson potrebbe essere il candidato ideale: ha già sviluppato un thriller navale della Seconda Guerra Mondiale come suo prossimo progetto.

L’uscita di The Six Billion Dollar Man era stata inizialmente programmata per il 31 maggio del 2019, visti gli ultimi accadimenti e il probabile rinvio delle riprese non sapremo se l’uscita nelle sale slitterà a sua volta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here