Niente è immutabile in casa Zuckerberg. Dopo le ripercussioni politiche ed economiche nella quali è incappato l’intero universo Facebook, dopo lo scandalo di Cambridge Analitica, il guru dei social network ha iniziato una storica fase riorganizzativa, la prima in 15 anni, di tutti i piani alti del consiglio d’amministrazione.

La rivoluzione denominata,“Executive shakeup” prevede infatti un riorganizzazione di tutti vertici manageriali della società e delle compagnie ad essa correlate, dando vita a uno speciale “gioco delle sedie“, dal quale prenderanno vita anche nuove sezioni.

Il nuovo assetto dirigenziale poggia su tre pilastri fondamentali: Facebook, con le sue affiliazioni digitali, Instagram, WhatsApp e Messenger; un’area speciale, dedicata alle nuove piattaforme infrastrutturali e infine, a grande sorpresa, la Central products services, ossia una sezione dedicata alla pubblicità, agli Analitycs, alla crescita e  al Management.

La piramide ovviamente rimane  sotto la guida di Zuckerberg, ma verrà supervisionata dal suo braccio destro, il Cpo Chris Cox;  Instagram resterà legata al suo fondatore Kevin Sistro, mentre WhatsApp andrà a Chris Daniels, dopo le dimissioni del fondatore Jan Koum.

La direzione della sezione app e di Messenger, andrà a Stan Chudnovsky, già a capo della produzione, dopo l’addio di David Marcus, ormai orientato alla divisione di Blockchain. Diverso sarà il destino della sezione Facebook App, che andrà a Will Cathcart, fedele collaboratore di Cox già dal 2008.

La strategia di mettere Marcus in Blockchain era già stata anticipata dallo stesso Zuckerberg all’inizio dell’anno, parlando della piattaforma per lo scambio di criptomonete, proveniente da Paypal e che fu acquisita  da Facebook nel 2014.

CTO della nuova sezione dedicata alle nuove piattaforme e infrastrutture, sarà un altro uomo vicino a Zuckerberg; Mike Shcroepfer, lo stesso che il mese scorso anno a testimoniare al Parlamento britannico in rappresentanza di Mr Facebook.

Il vicepresidente per la Crescita, Javier Olivian sarà a capo della terza divisione, relativa ai servizi centrali, con il compito di supervisionare la rete de prodotti trasversali su quasi tutte le piattaforme coinvolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here